LA NOSTRA STORIA

La storia di Sportivando è la nostra Storia, è un "noi", costruito ogni giorno dal 1999.
In questi anni i nostri successi sono stati i sorrisi sui volti dei bambini. Con le loro mamme e i loro papà abbiamo camminato insieme, abbiamo dialogato, ci siamo confrontati e ci siamo ascoltati.
"Noi" sono e siamo quelle mamme e quei papà.
Abbiamo trovato assieme strategie sempre nuove per venire incontro alle esigenze dei nostri Soci.
Ci avete dato fiducia.
Se Sportivando può vantare oggi i servizi che offre, è grazie alle stesse famiglie trentine che ne usufruiscono: alla dedizione, ai suggerimenti, ai continui scambi che abbiamo avuto.
Questa e', mattone dopo mattone, l'eredità che ha costruito Sportivando.
Grazie quindi alla fiducia dei nostri Soci, grazie al carisma e all'entusiasmo dei nostri educatori, grazie a chi è stato con noi, grazie a chi è con noi ogni giorno, passo dopo passo.
Noi, insieme, siamo "Sportivando".

prima di Sportivando, colonia diurna  nel 1997
1997

E' il 1997. Ivan Dorigatti, futuro presidente di Sportivando, è insegnante di Tennis presso il Circolo di Calceranica. Alcuni genitori, seguendo la dedizione del giocatore nell'insegnamento del tennis ai propri figli, gli chiedono la possibilità di ampliare l'attività, soprattutto in vista dell'Estate. Questa richiesta, dopo attente considerazioni, trova conferma. Nasce quindi il primo Centro di Colonia Diurna, presso lo stesso Circolo di Caldonazzo. Quello che accadrà da qui a due anni, la nascita della nostra Associazione, non è ancora nella mente del suo Presidente. Questa primissima iniziativa coinvolge 15 bambini e 4 collaboratori.

   
Prima di Sportivando: colonie estive nella Scuola elementare di Calceranica nel 1998
1998

La buona riuscita di questa prima esperienza offre la possibilità di ripeterne un'altra. Forti dell'esperienza dell'anno precedente, il team può arricchire e migliorare i suoi aspetti organizzativi. Grazie alla collaborazione con l'attuale Assessore allo Sport Paolo Martinelli il centro della Colonia ha come sede la Scuola Elementare di Caldonazzo. Sulla scia positiva della prima esperienza, sale a 38 il numero di bambini coinvolti e a 5 quello dei collaboratori.

   
Prima Colonia estiva di Sportivando nel 1999
1999

Il gruppo di amici, ormai consolidato, condivide le stesse idee sui metodi educativi e sull'intento della cura ai bambini: le esperienze dei due anni trascorsi sono state positive e si riflette su questo successo. Nella mente della squadra sembra che una necessità delle famiglie abbia trovato conferma nelle Colonie Estive. Ivan Dorigatti si sofferma sulla possibilità di rendere stabili queste attività: i mesi successivi vedono lui e il gruppo impegnato a svilupparne l'idea. Dallo sforzo del Presidente e del suo gruppo di amici prende così vita l'Associazione Sportiva Dilettantistica Sportivando. In collaborazione con il Comune di Calceranica al Lago viene costituito il primo Centro Estivo Sportivando, dedicato a bambini e ragazzi. Sono coinvolti 51 partecipanti sotto la cura e la custodia di 9 collaboratori. L'anima dell'Associazione, il Tennis, diventa fulcro e cuore pulsante del gruppo: si progettano le attività per la stagione invernale e si costituisce la prima Scuola Tennis di Sportivando.

   
Arcivescovile
2000

L'Associazione cresce nel numero. Grazie ad alcune nuove collaborazioni, oltre alla già avviata Sede di Calceranica, Sportivando si sviluppa in due nuovi centri: l'Arcivescovile di Trento e la Scuola Elementare di Sant'Orsola Terme. In quest'ultima Sportivando opera nella gestione di attività ricreative dedicate ai ragazzi per conto del Comprensorio Alta Valsugana. Supportata da questa collaborazione, Sportivando intraprende un nuovo percorso ed inizia ad operare con i bambini portatori di handicap. Grazie alla cooperazione con il Servizio Sociale anche i bambini delle famiglie in difficoltà possono partecipare alle colonie estive diurne. Sono coinvolti in tutto 450 partecipanti sotto la cura e la custodia di 34 operatori. Aumenta la professionalità: Sportivando ora non è più legata a un solo circolo di amici, ma supportata da un numero consistente di collaboratori. Il numero e le capacità del personale permettono la programmazione di progetti per il futuro dell'Associazione. Anche la Scuola Tennis invernale ha successo e si consolida: sono 5 infatti le squadre iscritte al campionato Federale, due delle quali conquistano la promozione in D2 e D3 (rispettivamente femminile e maschile).

   
Gita Colonie Sportivando a Cambroncoi
2001

Si instaura un nuovo rapporto con l'Amministrazione Comunale di Albiano: nasce così il quarto centro estivo diurno Sportivando. Prendono forma alcuni progetti dell'Associazione, quelli che in futuro diventeranno i servizi conosciuti dalle famiglie. Fra Peter Pan, lo Gnomo e gli emozionanti momenti canori prende vita la colonna sonora delle Colonie scritta dalla stessa Sportivando. Le idee prendono vita e maturano, permettendo di sviluppare l'animazione ai minori con comparti scenici. Le attività tennistiche si consolidano e si strutturano: si sviluppa la scuola di tennis riconosciuta dalla F.I.T.; il progetto "tennis nella scuola", in collaborazione con alcuni istituti superiori di Trento; le attivita' promozionali e i corsi di avvicinamento al tennis; i campionati a squadre inseriti nel circuito trentino F.I.T.; l'organizzazione di manifestazioni primaverili ed autunnali che convogliano molti giocatori in una sfida poli-tennistica. Vengono sviluppati i Tornei Sociali di Sportivando. Queste iniziative coinvolgono 700 partecipanti e 45 collaboratori. Il numero complessivo degli associati supera le 1500 unità. La pubblicità di Sportivando prende forma, attraverso una rete di esperti e meno esperti nel campo della grafica: alcuni componenti dello staff organizzativo si improvvisano "grafici e video-editori". La pubblicità di Sportivando prende forma e colore. Vengono realizzate delle brochure e dei videoclip che raccontano i momenti magici delle colonie e dell'attività tennistica. Nasce il sito interattivo www.sportivando.it, primo del genere nella realtà provinciale. Nasce con l'intento di velocizzare il carico di lavoro per gli uffici e per mantenere i rapporti con i genitori. Si sviluppa, riscuote successo. la Provincia chiede di poter inserire il link nel proprio sito, gli utenti trovano diverse funzionalità. Il Presidente sviluppa le funzionalità del sito, estendendolo alla ricerca online di compagni per partite di Tennis.

   
Colonie Estive Sportivando a Cambroncoi
2002

Si rafforzano le competenze dell'Associazione. Si contano 600 bambini nelle colonie, nella quali la qualità dell'animazione è ormai consolidata. Per quanto riguarda il Tennis, 4 squadre partecipano alla Coppa Italia. Si consolida la Scuola Tennis, viene creato un Torneo Tritabellone, partono i corsi promozionali di primavera e autunno e si attua il progetto PIA (Piano Integrato d'Area), in collaborazione con la Federazione Italiana Tennis, per l'incremento dell'attività didattica del Tennis rivolto ai giovani. Oltre a questo, vengono disputate varie amichevoli. Dopo il successo dell'anno precedente, particolare attenzione viene posta al sito internet, aggiornato in quest'anno quasi quotidianamente.

   
Sportivando nella Scuola Arcivescovile di Trento
2003

Ai 700 bambini ormai stabili nei 4 centri oramai consolidati si aggiungono 500 ragazzi dell'Istituto Tecnico Industriale "Buonarroti", coinvolti nel progetto "Tennis nella scuola", primo evento di così ampia portata per la città di Trento. L'adesione alle iniziative da parte degli Enti Territoriali e delle famiglie fa capire all'Associazione che il percorso intrapreso risponde alle esigenze ed agli interessi del Territorio. Le squadre Sportivando in Coppa Italia passano da 4 a 6, delle quali 4 maschili (una D2 e tre D4), 1 femminile (D3) e 1 under 14 maschile. I corsi P.I.A. continuano costantemente e vedono un incremento delle iscrizioni, passando a 11 giocatori. Si nota un significativo miglioramento nelle prestazioni degli allievi degli anni precedenti. Continua l'esperienza della Scuola Tennis con allenamento stagionale a squadre (gennaio/maggio). Il torneo "tritabellone", giunge in autunno alla sua terza edizione. Continuano i corsi promozionali.

   
Gita al lago di Caldonazzo
2004

Il 2004 vede uno spostamento delle sedi, che rimangono 4. L'attenzione si sviluppa ora anche alla città di Rovereto, presso l'Istituto Dame Inglesi. La sede risulta spaziosa, le aule, molto luminose e arieggiate, risultano perfette per le attività con i minori, e l'accoglienza dedicata dalle suore rende perfetta l'esperienza in questa Sede. Sportivando si iscrive per la prima volta alla Winter Cup, il campionato a squadre invernale organizzato dai comitati provinciali di Trento e Bolzano della FIT.

   
Attivitŕ con la chitarra a Sportivando
2005

L'interesse verso le Colonie di Sportivando spinge l'Associazione ad aumentare la propria rete. Si arriva a contare 6 sedi: Trento, Rovereto, Calceranica al Lago, S.Orsola Terme, Albiano e Aldeno. L'ultima collaborazione, quella di Aldeno, nasce grazie al suo Comune, che oltre alla sede concede il parco adiacente e i campi da Tennis. Il settore del Tennis offre risultati molto positivi. Numerosa la partecipazione ai corsi, così come quella alla Coppa Italia. Il livello dei giocatori di Sportivando aumenta, con soddisfazione per i 4 insegnanti dell'Associazione, 3 dei quali sono maestri federali. Continua con soddisfazione l'iniziativa "Tennis nella Scuola", con risultati gratificanti sia per il numero di partecipanti, a quota 209, che per gli esiti didattici dell'attività.

   
I nostri bambini nelle colonie
2006

Le sedi conosciute di quest'anno sono Trento, Rovereto e Calceranica al Lago, mentre si inizia l'esplorazione verso una nuova sede, Tenna. L'interesse delle famiglie verso Sportivando aumenta, facendo registrare all'Amministrazione 6000 presenze. Continuano le manifestazioni tennistiche già conosciute e se ne sviluppano di nuove: Winter Cup; Coppa Italia; Scuola Tennis; Progetto Tennis nella Scuola; Torneo Federale di IV Categoria; Corsi Promozionali Triatlon del Tennis; Corsi per adulti; Gestione Circolo Tennis S. Cristoforo.

   
I nostri animatori formano la S di Sportivando
2007

Le colonie estive diurne si svolgono anche quest'anno in quattro centri: Trento, Rovereto e Calceranica al Lago, con uno sguardo verso un nuovo centro a Pergine Valsugana. Viene registrato un nuovo aumento delle presenze, che arriva a 8660. La stabilità dell'Associazione permette alcune sperimentazioni, come nel caso della sede di Trento. In questa si sviluppa un'importante novità: lo sdoppiamento della colonia. Viene introdotta la modalità bisettimanale, ovvero Long-Time, che permette ai bambini di avere gli stessi insegnanti per due settimane, dedicare del tempo ai compiti delle vacanze e la possibilità di poter partecipare ad una gita a Gardaland. Il settore tennis si stabilizza.

 

   
Giochi con le macchinine
2008

Continua l'animazione nei quattro centri: Trento (che vive ancora l'esperienza della doppia modalità), Rovereto, Pergine Valsugana e Caldonazzo. A quasi dieci anni di vita, Sportivando è una realtà consolidata. Si privilegia in quest'anno il consolidamento delle attività sviluppate, concentrandosi sull'obiettivo di miglioramento delle esperienze vissute fino ad ora. Questo vale sia per il settore delle Colonie Estive che per il Tennis.

   
Giochi in Bondone sulla Malga Brigolina
2009

Mentre le colonie mantengono la forma dell'anno precedente, si consolida la pubblicità e lo status di Sportivando, divenuta una delle realtà più grandi del settore. Il Tennis vede le squadre dell'Associazione vincitrici del titolo Cat. OVER 35 maschile e serie D4 maschile, regalando momenti di orgoglio per la realtà di Sportivando.

   
Concerto finale per il termine delle colonie estive
2010

Anche quest'anno l'Associazione offre prova di un periodo di maturità. Le colonie sono stabili, le scelte attuate quest'anno nella loro gestione sono le stesse degli anni precedenti Nel tennis arriva la vittoria del campionato nella cat. D3., a riprova del grande entusiasmo dei giocatori di Sportivando.

   
All'Arcivescovile di Trento con le auto nuove
2011

Mentre le colonie continuano a mantenere la loro forma, sviluppata grazie al consolidato interesse delle famiglie trentine, continuano i successi nel campo del Tennis. Il gruppo vive la vittoria del Campionato a Squadre nella Cat. D2, mentre il Presidente Ivan Dorigatti vince nella master finale 28° e nel 28° Grand Prix nella 4° Cat.

   
Al via il Programma SiCanta
2012

Si sviluppa una collaborazione con l'Associazione Culturale La Meta. Questo rapporto permette una revisione della struttura organizzativa di Sportivando, che porterà negli anni all'attuale modello logistico. Alcuni importanti cambiamenti avvengono all'interno della gestione degli Uffici e del sistema di trasporti dell'Associazione. Viene a costituirsi in via Brunner la nuova Sede operativa. Le attività per i minori si spostano al di fuori delle attività estive. Nasce il progetto Ludoteca e la possibilità di programmare le attività per i minori nel finesettimana. Per quanto riguarda il Tennis, Sportivando raggiunge la cat. D1.

   
I bimbi di Sportivando alla Scuola Dante alighieri di Rovereto
2013

Sulla scia del desiderio di innovazione dell'anno precedente, l'Associazione sviluppa nuove proposte. Le città di Trento e Rovereto vedono aumentare il numero dei centri delle colonie estive, andando a coprire l'estensione di entrambe le città. Nasce la Studioteca, il progetto di aiuto compiti dedicato ai bambini e ai ragazzi dai 6 ai 17 anni forte della partnership con il portale www.zerodiciassette.it. L'Associazione viene promossa in serie C: dopo una attenta valutazione circa le risorse necessarie all'ampliamento del numero dei giocatori per questo livello di gioco decide di non confermare la presenza in categoria, per poter concentrare le proprie attenzioni e risorse nel miglioramento dei servizi ai minori.

   
I ragazzi di Sportivando al Rafting Center Dimaro
2014

Nel 2014 le sedi di colonia estiva diventano 8, sempre più vicine alle case delle famiglie trentine.
Si consolida l'esperienza della Studioteca di via Brunner, 9, e si apre il Centro Studi di Caldonazzo e quello Rovereto.
Continua e si rafforza la partnership con il portale Zerodiciassette.it e la Studioteca, suddivisa ulteriormente in piccoli spazi, diventa uno spazio ancora piu' accogliente e funzionale.

   
Sulla spiaggia di Caldonazzo
2015

Forti delle esperienze raggiunte e dei nuovi progetti, l'Associazione si concentra sul miglioramento dei propri Servizi. Le Studioteche sono una realtà avviata. Viene sviluppata, a seguito delle prime esperienze, la capacità di poter adattare l'esperienza di studio alle esigenze del minore. Il progetto di Spazio Aperto permette, nei fine settimana, l'organizzazione di appuntamenti e competizioni con i più diversi giochi e sport: tornei di Ping-Pong, Burraco, Scacchi, cineforum, e fiabe animate sono alcuni degli eventi promossi dal progetto. Per quanto riguarda la Coppa Italia di Tennis, la squadra femminile di Sportivando ha vinto il Campionato D2 a 2 Squadre; un atleta passa da un punteggio non classificato a un 4.3 nel ranking nazionale; il Presidente passa da un punteggio di 4.2 a 3.3.

   
Sulla spiaggia di Caldonazzo
2016

Da quest'anno, grazie al servizio di Babysitting, l'Associazione ha un nuovo biglietto da visita. Il servizio di Studioteca ed in particolare le lezioni individuali, si confermano come una buona opportunità per le famiglie. Prosegue anche il servizio di Spazio Aperto: gli eventi vedono una buona partecipazione, con i tornei di Yu-gi-ho e Hanabi in testa. Durante l'estate nelle colonie aumenta il numero di iscritti e per il primo anno si raggiunge un rapporto 1/6 tra educatori e bambini. 150 giovani hanno infatti collaborato a vario titolo durante l'anno nei servizi di Sportivando. Nasce inoltre la collaborazione con AISEC sul progetto Enjoy Camp.
Un anno di successi per quanto riguarda il tennis: le ragazze sono promosse in categoria D1, i ragazzi in D2. Complimenti anche a Mattia Barozzi, nuovo membro della nostra squadra, che ha ottenuto anche alcuni successi individuali.

Sulla spiaggia di Caldonazzo
2017

I servizi invernali di Studioteca e Babysitting sono sempre più richiesti dalle famiglie segno che l'Associazione è sempre più attiva nel proporre momenti tesi al benessere dei bambini e dei ragazzi che le vengono affidati. Durante la chiusura della scuola è presente l'Animazione Invernale che propone attività coinvolgenti e varie a seconda del periodo dell'anno. Continua, durante alcuni weekend, lo Spazio Aperto, che propone attività sempre varie per permettere a tutti di potersi esprime in ciò in cui sono più bravi. Le colonie si riconfermano il fiore all'occhiello dell'Associazione: i bambini iscritti aumentano determinando anche la crescita del numero di giovani che si sono messi in gioco durante i mesi estivi. L'Enjoy Camp continua ad offrire una bella opportunità per imparare l'inglese giocando. Avviato l'iter di modifica dello statuto al fine dell'ottenimento della personalità giuridica da parte dell'Associazione.
Anche quest'anno le squadre hanno affrontato il Campionato Provinciale di Coppa Italia. In campo maschile, la squadra di Sportivando riconferma, con fatica, la categoria D2 mentre per la squadra femminile, visti gli infortuni accaduti alle giocatrici, mantenere i risultati all'interno di questa categoria è sembrato difficile.

Sulla spiaggia di Caldonazzo
2018

Si è concluso anche il 2018 che ha portato a Sportivando molte soddisfazioni sia in ambito tennistico sia nelle colonie estive: la squadra Sportivando ha ottenuto buoni risultati durante il campionato, ed in particolare Luca Odorizzi si è distinto per le vittorie ottenute e per l’impegno dimostrato.
Anche le colonie estive raggiungono livelli record di presenze nelle strutture, a dimostrazione che l’impegno e le attività proposte ben si adattano alle esigenze dei genitori e agli interessi dei bambini e ragazzi che vi partecipano.
Continuano anche, durante l’anno, i servizi a domicilio e la studioteca che vede i bambini e gli operatori impegnati nello studio e nei giochi. E non può mancare l’Animazione Invernale con tante proposte divertenti e speciali come la gita sulla neve, l’incontro con Babbo Natale, la sfilata in maschera a Carnevale. Ma sempre presente è anche lo Spazio Aperto dedicato ai nostri soci e tra i molti appuntamenti, il torneo di Burraco e il torneo di Yu-gi-oh sono i protagonisti.